Cos’è il codice degli pirata ?

CODICE pirata

In molti racconti storici e letterari sui pirati e le loro avventure, troverai sempre un riferimento al codice dei pirati. Anche il personaggio di Johnny Depp, Jack Sparrow nella saga dei Pirati dei Caraibi si riferisce al codice dei pirati, un decreto che lega i pirati tra loro attraverso una legge comune per i fuorilegge.

Cosa dice il codice dei pirati ?

-Nessun combattimento a bordo della nave pirata (tranne in caso di battaglia e difesa!).

-Niente mazzi di carte o dadi.

-Nessuna donna (sappiamo che non tutte le navi hanno aderito a questo!)

-I pirati devono essere pronti e armati per la lotta in qualsiasi momento

-Uguali quantità di cibo e bevande per tutti i pirati.

-Tutte le merci rubate sarebbero distribuite in parti uguali tra tutti i pirati, ad eccezione del capitano e del quartiermastro, che avrebbero ricevuto il doppio della loro parte.

-I pirati in coppia che perdono i loro compagni di battaglia riceveranno un’ulteriore metà di ogni bottino.

-Tutti i pirati votano in cabina sulla traiettoria della nave e le sue missioni. Tutti i pirati eseguono gli ordini del capitano o del sottufficiale.

Impara il codice con le nostre autentiche carte pirata:

-19%

Accessori pirata

Mappa pirati – White flag

28,99  23,50 
-17%

Accessori pirata

Mappa pirati – Caraiba

29,99  24,80 
29,00 

Accessori pirata

Mappa pirati – Trosoboros

25,50 

Quindi, la prossima volta che pensi che diventare un pirata ti metterà al di sopra della legge, ricorda che anche gli hacker hanno regole e regolamenti sotto forma di un codice degli hacker.

Chi ha scritto il codice dei pirati ?

Il Codice dei Pirati, noto anche come Codice Pirata, fu scritto da Bartholomew Roberts nel 1722, un noto pirata del 18° secolo. Questo codice stabiliva regole e regolamenti severi per disciplinare la vita dei pirati, compresi gli aspetti del bottino, la risoluzione delle dispute e la condotta generale a bordo della nave. Nonostante il suo contesto storico, la necessità di un codice simile riflette la gravità e la struttura organizzativa della pirateria nell’era moderna. Anche se non esiste più un codice ufficiale dei pirati, molte organizzazioni criminali moderne hanno strutture e regolamenti simili per regolare le loro operazioni.

 

pirata con libro

Oltre alle minacce fisiche, la pirateria comporta anche grandi conseguenze economiche. Secondo il rapporto dell’International Chamber of Commerce, solo nel 2019, i costi della pirateria marittima sono stati stimati in 3 miliardi di dollari. Questi costi includono le perdite dei beni rubati, i pagamenti dei riscatti e le spese per la sicurezza e il ripristino delle operazioni navali colpite.

perché un codice pirata ?

In sostanza, il codice degli hacker era un codice di condotta o articoli di accordo scritti per mantenere gli hacker in ordine e governarli. Contrariamente al governo dei marinai legittimi, che seguivano le leggi della loro contea e dei loro reggimenti navali, i pirati creavano il proprio insieme di leggi per fornire linee guida su come sarebbe stata governata la nave pirata, il modo in cui la disciplina sarebbe amministrata, la distribuzione del bottino e il modo in cui i pirati feriti sarebbero compensati per i loro handicap.

un libro per pirata

Contrariamente alle leggi nazionali che erano autorizzate dai re/regine e dai governi, il codice dei pirati cambiava spesso da nave a nave o da viaggio per adattarsi alle peculiarità dell’equipaggio e della missione. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, tutti i pirati firmavano un contratto o un codice di pirateria prima di salpare, e molti prigionieri o passeggeri clandestini erano anche costretti a firmare o minacciati di tortura o morte. Era anche comune per i pirati prestare giuramento, che poteva essere fatto su una bibbia, pistole o spade incrociate, un cannone e persino un teschio umano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *