Differenza tra pirata e corsaro

pirata e corsaro

Abbiamo tutti l’immagine dei pirati barbari che attaccano le navi mercantili per arricchirsi ancora di più! Ma sai che ci sono diversi tipi di pirati? Conosci la differenza tra un pirata, un filibustiere e un corsaro? Niente panico, è di questo che parleremo in questo articolo!

Barbanera, Barbarossa, Marie Read, Jack Rackham, ecc. non erano tutti pirati fuorilegge, alcuni di loro erano veri barbari anarchici, come è noto come Barbanera. Ma alcuni erano anche corsari e filibustieri, come ad esempio Barbarossa che era agli ordini dell’Impero Ottomano!

Che differenza c'è tra pirati e bucanieri ?

PIRATA

Inizieremo con i pirati, ma cosa significa esattamente questa parola? La parola pirata viene dal latino “pirata”, significa “colui che tenta la fortuna”. Si chiamano anche Boucaniers, forbans o fuorilegge. Non sono legati ad alcuna fedeltà. Attaccavano e saccheggiavano tutte le navi che incontravano.

Se una nave pirata aveva la sfortuna di essere catturata, venivano catturati senza alcun processo o scusa.

La pirateria esisteva molto prima della grande età d’oro che tutti conoscono. Proprio Giulio Cesare fu catturato dai pirati in Sicilia ( Asia Minore ). La leggenda narra che i forbans reclamarono in cambio di Giulio Cesare, 20 talenti d’oro in cambio della sua vita.

Giulio Cesare si è trovato offeso e ha richiesto solo 20 talenti, ha aumentato la somma a 50. Subito dopo essere stato rilasciato. Li trovò e li massacrò tutti.

Ci sono molte altre storie di pirati. Come la storia di una donna pirata cinese Ching Sing, è soprannominata “Il terrore della Cina del Sud”. Non c’è da stupirsi con una flotta di 400 navi sotto il suo comando. Era un’ex prostituta che è stata cresciuta da un pirata.

Per diventare un vero pirata che si oppone ai codici dei corsari:

I BUCANIERI
Se sei interessato ai pirati, hai già sentito parlare dei Boscaioli.

I Boscaioli riuscivano a vivere grazie ai loro mestieri di cacciatori, facevano fumare le loro carni sul baccano. Vivevano principalmente sull’Isola della Tartaruga. Erano spesso marinai disertori, latitanti o filibustieri che non volevano più percorrere i mari.

In breve, i Boscaioli non erano in mare, ma erano molto comodi anche su una barca. I filibustieri si alleavano spesso con i Boscaioli, cosa che ha dato origine al termine: Fratello di Costa.

Che cosa erano i corsari ?

Origini dei Corsari

Il termine corsaro deriva dal francese Corsaire, derivato dal latino cursus, che significa ‘corso’ o ‘correre.’ Originario del Mediterraneo nel Medioevo, I corsari erano marinai privati incaricati dai loro governi di attaccare le navi straniere e distruggere il commercio nemico. Erano un particolare mix di pirati e corsari, spesso confondendo la linea tra i due.

Al crocevia tra Europa, Africa e Asia, il Mar Mediterraneo era un focolaio di attività navali, commercio e conflitti. L’ascesa dei corsari fu alimentata da questi fattori, così come dal volatile panorama politico dell’epoca. Divennero strumenti vitali nella lotta per il dominio sul mare, interrompendo le rotte commerciali nemiche e razziando le prosperose città costiere.

Famous Corsairs

Diversi corsari incisero i loro nomi negli annali della storia, le loro imprese alternativamente celebrato, temuto, e insultato. Tra questi spiccano Barbarossa e Jean Lafitte.
Hayreddin Barbarossa, che significa “barba rossa” in turco, terrorizzò il Mediterraneo nel XVI secolo.

Come ammiraglio della marina ottomana, trasformò la corsaria in un potente strumento di politica statale, interrompendo le linee commerciali cristiane ed espandendo l’influenza ottomana.
Dall’altra parte dell’Atlantico, Jean Lafitte, pirata e corsaro francese nel Golfo del Messico, giocò un ruolo cruciale nella guerra del 1812. Nonostante le sue attività illecite, aiutò a difendere New Orleans dagli inglesi e divenne una figura celebre.
Questi e altri corsari cambiarono il corso del commercio e della guerra, le loro azioni dilagando attraverso oceani e secoli.

Pirata e bucanieri

che cosa è un filibustiere ?

I filibustieri erano marinai quando attaccavano le navi spagnole e portoghesi negli anni 1630-1730. Durante il grande periodo dell’età d’oro della pirateria.

I filibustieri erano marinai olandesi, francesi e spagnoli che conducevano missioni di saccheggio delle navi della Corona di Spagna piene di tesori. I filibustieri non erano pirati, né corsari. Quindi erano una fusione dei due. Si erano esiliati nelle Antille per fuggire dalla guerra civile e dalla dittatura della religione in Europa.

I filibustieri appartenevano quindi a nessun paese speciale, ma i loro attacchi organizzavano molti paesi come la Francia, i Paesi Bassi e l’Inghilterra. Quindi li lasciavano agire, vedevano in loro un ottimo modo per indebolire la flotta spagnola.

Dopo averti spiegato cosa significa essere un filibustiere, ti citeremo alcuni grandi nomi di filibustiere:

Pierre Legrand: era un francese originario di Dieppe. Riuscì con una semplice barca con 28 uomini a catturare una grande nave spagnola.

Henry Morgan: Riuscì a conquistare Panama. Negli anni 1670 divenne governatore della Giamaica.

François L’Olonnais: Era originario delle Sables-d’Olonne, era famoso soprattutto per la sua crudeltà impressionante. Ha anche ispirato il creatore di manga One Piece che lo ha chiamato Roronoa Zoro.

Scegli da che parte stare e segna l’epoca dei pirati:

130,00 
-39%
56,90  34,60 
-43%
Il prezzo originale era: 70,50 €.Il prezzo attuale è: 40,50 €.

che cosa significa corsaro ?

IL CORSARO

Il Corsaire gli è una barca finanziata non un privato come un regno per esempio. Per godere di questo titolo, possedeva lettere di riconoscimento del paese che dava loro l’accordo di attaccare e saccheggiare altre navi. Ma attenzione non poteva attaccare qualsiasi nave come i pirati.

Le condizioni per diventare un corsaro erano numerose: una semplice buona intesa tra le due parti, o un re con una piccola flotta poteva fare appello ai pirati.

Su questa lettera c’erano gli ordini o le missioni dei pirati, ma come tutti sappiamo, in mezzo al mare non c’era nessuno a sorvegliarli.

Un’altra grande differenza tra pirati e corsari è che se un corsaro veniva arrestato, non veniva impiccato a condizione di mostrare la lettera del marchio, come sospettavi, non bisognava perderla.

Per semplificare: il corsaro attacca i nemici designati, a differenza dei pirati che attaccano tutti. È sulla carta che la pratica di alcuni corsari rimane piuttosto limitata.

Qual è il sinonimo di filibustieri ?

I filibustieri sono spesso chiamati anche corsari o pirati. Il termine “filibustiere” è derivato dal termine olandese ‘vrijbuiter’ che significa “predone” o “pirata”. Nonostante le sfumature tra i termini, tutti riferiscono a individui o gruppi che si dedicano alla pirateria o a atti di guerra non sanciti ufficialmente da un governo. Tuttavia, il termine filibustiere tende a essere associato più specificamente ai corsari che operavano nell’area dei Caraibi durante l’età d’oro della pirateria.

Mentre i filibustieri erano spesso dipinti come criminali senza scrupoli, in realtà la loro attività era fortemente influenzata da dinamiche politiche ed economiche. Molte nazioni li avevano assoldati come corsari per combattere contro i loro nemici in tempo di guerra, e spesso venivano ricompensati con onori e denaro per le loro imprese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *